Speciale Covid-19 covid.svg
cancel
phone.svg email.svg chat.svg
brightness.svg colorwheel.svg power.svg

Sviluppo

brightness_mobile.svg
html | css
php | javascript
laravel
swift | java
dev_medio.svg
codice
heart_medio.svg
passione
caffe_medio.svg
caffè
dev.svg
html | css
HTML (acronimo di HyperText Markup Language) è un linguaggio di markuplaunch. Inizialmente pensato per la realizzazione di documenti ipertestualilaunch, è oggi utilizzato prevalentemente in informatica per definire la struttura di pagine weblaunch attraverso l'uso di tag di formattazionelaunch. Grazie alla sua codifica internazionale stabilita dal World Wide Web Consortiumlaunch (W3Claunch) offre, nella sua più recente versione HTML5launch, una grande compatibilità con i più diffusi web browser in circolazione:
Agisce in piena sinergia con CSS (Cascading Style Sheets), linguaggio informatico che si occupa invece della definizione degli stili da applicarsi alle pagine weblaunch, introdotto nel 1996 per semplificare il codice HTML e alleggerire lo scambio di dati tra serverlaunch e clientlaunch. Ecco un esempio dei due linguaggi in azione:
HTML
<div id='testo-rosso'>Lorem ipsum<div>
<div id='testo-verde'>Lorem ipsum<div>
CSS
#testo-rosso { color: red; }
#testo-verde { color: green; }
Nell'esempio sopra HTML definisce due porzioni di pagina weblaunch, identificate dalle etichette "testo-rosso" e "testo-verde" e contenenti entrambe le parole "Lorem ipsum", mentre CSS indica il colore da usarsi nell'output. Il risultato della sinergia tra i due linguaggi sarà il seguente:
Lorem ipsum
Lorem ipsum
keyboard.svg
php | javascript
Nell'architettura di rete server-clientlaunch è fondamentale riuscire a processare correttamente le richieste indirizzate alla base dati e restituire output conformi. PHP è attualmente il linguaggio di eccellenza per gestire questa delicata fase lato serverlaunch. Ecco un esempio di sintassi PHP:
PHP
$timestamp = strtotime('now');
echo date('d/m/Y H:i:s', $timestamp);
La prima linea di codice crea una variabile identificata dal nome "timestamp" e assegna a essa il numero di secondi passato dal 1 gennaio 1970 al momento in cui l'utente ha richiesto al serverlaunch remoto la pagina weblaunch secondo il fuso orario di Greenwichlaunch (UTC+0launch). La seconda linea di codice rende leggibile il dato nel formato richiesto: giorno, mese, anno, ora, minuti, secondi. L'output generato sarà il seguente:
07/03/2021 02:52:15
Come si può facilmente notare, l'output è un momento preciso nel tempo e corrisponde all'istante in cui il serverlaunch ha ricevuto la richiesta da parte dell'utente e l'ha processata. Ricaricando la pagina visualizzata dal browser si otterrà un aggiornamento della data e dell'orario visualizzato, ma una volta generato l'output la pagina risulterà statica e immutabile e il tempo indicato resterà fisso. Per visualizzare lo scorrere del tempo avremo bisogno dell'aiuto di JavaScript, linguaggio di programmazione che può agire lato clientlaunch e si presta all'interazione dinamica tra l'utente e il browser. Ecco come JavaScript potrebbe entrare in gioco:
JavaScript
window.setInterval( function() {
        now = new Date();
        year = now.getFullYear();
        month = ('0' + (now.getMonth() + 1)).slice(-2)
        date = ('0' + now.getDate()).slice(-2);
        hours = ('0' + now.getUTCHours()).slice(-2);
        minutes = ('0' + now.getMinutes()).slice(-2);
        seconds = ('0' + now.getSeconds()).slice(-2);
        document.getElementById ('output').innerHTML = date + '/' + month + '/' + year + ' ' + hours + ':' + minutes + ':' + seconds;
}, 1000);
Il codice in JavaScript, decisamente più complesso di quello visto finora, costituisce una funzione che viene eseguita ogni 1000 millisecondi (1 secondo) e che restituisce a ogni esecuzione la data e l'ora attuale nel formato desiderato. L'output sarà ora dinamico:
07/03/2021 02:52:15
magicwand.svg
laravel
Laravel è un framework open sourcelaunch creato nel 2011 e presto diventato uno dei più conosciuti, apprezzati e utilizzati tra gli sviluppatori di applicazioni web in PHP. Estremamente versatile, è caratterizzato da una struttura modulare che permette al progetto di crescere nel tempo a seconda delle necessità e dalla presenza di numerosi pacchetti opzionali di terze parti in grado di integrarsi e apportare funzionalità aggiuntive al sistema. Ecco alcuni dei più noti:
Laravel offre un ambiente di sviluppo ordinato e razionale e crea lo scheletro sul quale modellare l'applicazione, permettendo di integrare facilmente linguaggi informatici differenti. Il suo pattern architetturale di tipo Model-view-controllerlaunch (MVClaunch) separa e organizza tre dei principali ruoli del software: l'accesso ai dati (model), la visualizzazione dei contenuti (view) e la gestione delle richieste da parte dell'utente (controller). Il risultato è solido ed efficiente, con riduzione dei costi e dei tempi di sviluppo.
tablet.svg
swift | java
Nel 2014 Applelaunch presenta ufficialmente quello che sarebbe diventato il linguaggio di programmazione di eccellenza per sistemi macOSlaunch, iOSlaunch, iPadOSlaunch e compatibile con Linuxlaunch. Un sistema open sourcelaunch e object-orientedlaunch in grado di integrarsi con codice scritto in Objective-C (linguaggio usato ufficialmente in precedenza), estremamente intuitivo e di facile lettura. Un esempio della semplificazione ottenuta:
Objective-C
UILabel *label = [[UILabel alloc] initWithFrame: CGRectMake(0.0, 0.0, 200.0, 50.0)];
label.text = @"Hello World";
[aView addSubview:label];
[label release];
label = nil;
Swift
let label = UILabel(frame: CGRect(x: 0.0, y: 0.0, width: 200.0, height: 50.0))
label.text = "Hello World"
aView.addSubview (label)
Entrambe le versioni del codice creano un'etichetta che contiene il testo "Hello World", ma Swift risulta notevolmente conciso, necessitando di quasi la metà dei caratteri a parità di risultati:
Objective-C
Hello World
Swift
Hello World
Java è uno dei linguaggi di programmazione attualmente più usati al mondo. Il codice generato ha la caratteristica di risultare indipendente dall'hardware e poter praticamente girare su qualsiasi piattaforma. Questo è possibile grazie all'interazione con una Java Virtual Machinelaunch (JVMlaunch), un software residente che opera da interprete tra l'applicazione scritta in Java e l'hardware della macchina. Queste le principali differenze di architettura tra Java e sistemi direttamente compilati sull'hardware come Claunch e C++launch:
Java altri linguaggi
indipendenza dall'hardware check_circle_outline highlight_off
necessità di un interprete (JVMlaunch) check_circle_outline highlight_off
prestazioni ottimizzate highlight_off check_circle_outline
Java è alla base del sistema operativo Androidlaunch e, con alcune differenze, il linguaggio principale con cui vengono realizzate le applicazioni destinate ai dispositivi compatibili.
Copyright © 2020, www.marguareis.eu. All rights reserved.
www.marguareis.eu | info@marguareis.eu
Giuseppe Garassino - Loc. Villaggio Oliva 8 12013 Chiusa di Pesio (CN)
P.IVA IT01817740093 - PEC giuseppe.garassino@pec.it
Termini e Condizioni | Privacy Policy | Cookie Policy | Info